La casa di riposo Santanera garantisce ai propri ospiti un ambiente sereno e familiare

Diventare nostro Ospite

Come richiedere l’accoglienza

Per richiedere l’accoglienza occorre:

REPARTO R.A. 

La struttura è dotata di 12 camere doppie con bagno, e 6 stanze singole con bagno.

A) La domanda di accoglienza va formulata su apposito modulo, disponibile presso la direzione dell’Ente, firmato dall’anziano che desidera essere ammesso. La domanda contiene anche un atto di impegno, sottoscritto da un garante che si assume l’obbligo di provvedere comunque in tempo utile al pagamento della retta;

B) Alla domanda vanno allegati i seguenti documenti: un certificato rilasciato dal medico curante dove sia attestata l’assenza di malattie infettive e mentali che pregiudicano la vita in comunità e il certificato di residenza non anteriore a 15 giorni;

C) La domanda di ammissione, con un parere della direzione dell’Ente, viene esaminata dal Consiglio di amministrazione, seguendo l’ordine cronologico di presentazione;

 

REPARTO R.A.F.

La struttura è dotata di 5 camere doppie con bagno.

A) La domanda di accoglienza va formulata su apposito modulo, disponibile presso la direzione dell’Ente, firmato dall’anziano che desidera essere ammesso. La domanda contiene anche un atto di impegno, sottoscritto da un garante che si assume l’obbligo di provvedere comunque in tempo utile al pagamento della retta;

B) Alla domanda vanno allegati i seguenti documenti: un certificato rilasciato dal medico curante dove sia attestata l’assenza di malattie infettive e mentali che pregiudicano la vita in comunità e il certificato di residenza non anteriore a 15 giorni;

C) La domanda di ammissione, con un parere della direzione dell’Ente, viene esaminata dal Consiglio di amministrazione, seguendo l’ordine cronologico di presentazione;

D) L’ospite o il parente che lo rappresenta possono fare domanda all’Unità di valutazione geriatrica dell’Asl AT per l’inserimento in convenzione e ottenere la conseguente integrazione della retta. La direzione dell’Ente organizza visite dell’Unità di valutazione geriatrica con periodicità almeno annuale per aggiornare il giudizio sulla non autosufficienza e la conseguente collocazione dell’ospite all’interno della struttura;

 

NORME GENERALI

A) Per l’ammissione, si da precedenza alle persone residenti nel Comune di Villafranca. A seguire, nell’ordine: ai sottoscrittori del prestito obbligazionario come da delibera del Consiglio di amministrazione del 24.04.2002 n. 35; ai residenti negli altri Comuni aderenti alla Comunità collinare Valtriversa; nel territorio di competenza dell’Asl 19 e quindi in altri Comuni. Per valutare l’ammissione, l’Ente non effettua discriminazioni di fede politica, religiosa o di razza;

B) In caso di accoglimento della domanda, la stessa dovrà essere integrata con: copia di un documento di identità; copia del codice fiscale; tessera del Servizio sanitario nazionale; una foto formato uso documento; eventuali referti medici che andranno inseriti nella cartella medica personale interna tenuta dall’operatore incaricato dell’assistenza infermieristica e che sarà costantemente aggiornata nel tempo;

C) Al momento dell’ingresso, la Direzione predispone la scheda personale dell’ospite e la sua iscrizione nell’apposito registro delle presenze. La scheda, che può essere preparata anche in modo informatico, deve almeno contenere l’indicazione di tutti i dati personali e del codice fiscale; i dati del garante; la data di ingresso e di dimissione; i periodi di eventuale assenza; l’importo della cauzione; le terapie da somministrare; l’annotazione di visite mediche specialistiche e di eventuali patologie; il grado di non autosufficienza; l’indicazione delle rette pagate. La scheda è aggiornata a cura della Direzione, in collaborazione con il personale infermieristico e con il segretario;

D) L’Ente si riserva la facoltà di dimettere l’ospite che non rispetti le norme di civile convivenza e arrechi danno alle strutture dell’Ente o agli altri ospiti, che non assolva gli impegni economici presi o il cui stato di salute, fisica e mentale, non sia compatibile con l’organizzazione della struttura. La decisione viene assunta dal Consiglio di amministrazione, sentito il parere della direzione e del medico curante;

E) Le domande accettate per le quali, però, non sono disponibili posti sono messe in lista di attesa ed hanno la priorità sulle nuove richieste

F) La biancheria, le lenzuola e le coperte sono di proprietà dell’ospite e devono essere contrassegnate con apposito numero di riconoscimento.

 

1. far compilare la scheda medica dal proprio medico curante.

2. compilare la domanda di accoglienza indicando i dati del richiedente e del garante (normalmente un figlio o un altro familiare), che assume la responsabilità per il richiedente in caso di suo impedimento.

3. indicare nella domanda la struttura prescelta; può essere indicato più di un presidio, oppure può essere indicato un presidio temporaneo nel caso non ci sia disponibilità di posti nella struttura prescelta.

4. compilare la dichiarazione relativa al trattamento dei dati personali (D.Lgs. 196/03 e s.m.i.).

5. presentare la domanda di accoglienza e la dichiarazione relativa al trattamento dei dati personali (D.Lgs. 196/03 e s.m.i.) presso la Direzione della struttura. 6. allegare alla domanda di accoglienza la scheda medica, eventuali cartelle cliniche, prescrizioni mediche o dietetiche.

 

L’interessato e il garante firmano il preventivo per accettazione e lo inoltrano alla Direzione della struttura. La Direzione della struttura prende contatti con l’interessato o il garante per fissare la data dell’accoglienza. Il giorno dell’accoglienza la Responsabile della struttura e le operatrici attendono l’Ospite e i suoi familiari, assistono l’Ospite per la sistemazione e per una serena ambientazione, sono a disposizione per ogni esigenza.

 

Documenti da presentare 

Presentate questi documenti per richiedere l’accoglienza:

1. Domanda di accoglienza debitamente compilata e sottoscritta dal richiedente e dal garante.

2. Dichiarazione trattamento dati personali debitamente compilata e sottoscritta dal richiedente e dal garante (D.Lgs. 196/03 e s.m.i.).

3. Scheda medica debitamente compilata e sottoscritta dal medico curante, eventuali cartelle cliniche, prescrizioni mediche o dietetiche, ogni altro documento utile per dare adeguata assistenza sanitaria.

 

La Direzione della Casa di Riposo Vi invierà:

Preventivo di ospitalità con i costi delle rette per le strutture che avete richiesto.

 

Presentate questi documenti prima dell’accoglienza:

1. Preventivo di ospitalità firmato per accettazione dal richiedente e dal garante.

2. Scheda ospite debitamente compilata con i dati per la reperibilità del garante e di altri familiari e i dati del medico curante.

3. Documento d’identità (fotocopia fronte e retro) in corso di validità e aggiornato del richiedente e del garante.

4. Codice fiscale (fotocopia) del richiedente.

5. Tesserino sanitario (in originale) del richiedente.

6. Tesserino di esenzione (in originale) dal pagamento dei medicinali del richiedente.

 

Scarica la domanda di accoglienza (pdf, 330 Kb)